Chamber Mentoring per la Crescita Internazionale

La Camera Italo-Brasiliana di Commercio, Industria e Agricoltura di São Paulo (ITALCAM/ CCIE-SP), in collaborazione con l’Associazione delle Camere di Commercio Italiane all’estero (ASSOCAMESTERO) e con le Camere di Commercio di Cuneo (CCIAA Cuneo), Milano (CCIAA Milano), Treviso (CCIAA Treviso) e Verona (CCIAA Verona), realizzano il progetto “Mentoring in Brasile”, co-finanziato dall’Unione delle Camere di Commercio Italiane ( UNIONCAMERE).

L’iniziativa propone di creare e attivare un network di dirigenti e ricercatori “italici”, denominati Mentors, reperibili al di fuori dell’Italia – di origine italiana e/o che si sentaNo prossimi ad Essa per interesse. Tali Mentors, que hanno vissuto e lavorato all’estero, potranno mettere a disposizione delle imprese italane, denominate Mentees – a titolo completamente gratuito – la propria esperienza grazie ad una azione sinergica e combinata col supporto delle Camere collaboratrici.

Pertanto il progetto nasce con lo scopo di promuovere il “talento italiano all’estero”, facendo gruppo con le imprese italiane e stimolando il suo processo di innovazione ed internazionalizzazione. Questa collaborazione potrà consolidarsi e rinnovarsi con l’inclusione di nuove visioni derivanti da imprese innovatrici, rappresentate dalle Piccole e Medie Imprese (PMI) e che facciano riferimento con il sistema di Camere Italiane incluse nel progetto.

Settori

Em relazione al mercato brasiliano e a quello di São Paulo, in particolare, nonostante gli anni di crisi mondiale e locale, è stato possibile identificare settori legati soprattutto alle attività relative all’ambiente, alle macchine agricole e all’agroindustria, classificati come i più competitivi globalmente in termini di creazione di valore.

Mentor

In relazione alle fasi del progetto, i Mentors saranno identificati tra dirigenti e imprenditori legati all’Italia per motivi di origini, studio, lavoro o interesse, e che occupano attualmente una posizione di rilievo strategico nell’impresa nella quale lavorano – anche di grande dimensione – e in Università all’estero. Il mentor avrà a che fare con una nuova sfida interessandosi alle PMI.

Il Mentor dedicherà al Mentee, come già menzionato gratuitamente, un certo numero di ore del suo tempo per consigliare e condividere la propria esperienza nel Brasile e nel settore nel quale lavora, con l’obiettivo di diventare una specie di “consulente” relativo alle politiche di accesso al mercato.

Formulário de Adesão

O Formulário deve ser preenchido, assinado e encaminhado até 10/02/2016 para o email eduardo.morelli@italcam.com.br.

Quali sono i benefici per il Mentor?

  • Accesso a una rete internazionale e italiana di professionisti specializzati nel settore al quale appartiene, beneficiando dello scambio delle migliori pratiche amministrative;
  • Qualificare la sua esperienza professionale, migliorando la capacità di assistenza nel business internazionale, sviluppandolo di fatto in un caso di studio reale;
  • Ottenere visibilità tra gli imprenditori italiani come professionista qualificato del settore;
  • Contribuire alla crescita di una cultura d’impresa internazionale e del mondo delle ricerche dentro la comunità d’impresa italiana.
  • Condividere i meriti del successo internazionale con le imprese nel loro luogo di origine.

Requisiti necessari per diventare un Mentor

  • Avere origini italiane, o aver frequentato un corso di studi in Italia, o lavorato avendo contatti con l’Italia, o avere conoscenze/interesse approfondito per il mercato italiano;
  • Per lo meno 10 anni di esperienza lavorativa e 3 anni di continua esperienza in impresa internazionale in un settore compatibile con quelli dei mentees;
  • Conoscenza anche basica dell’Italia;
  • Disponibilità a fornire la sua esperienza a titolo gratuito;
  • Disponibilità a entrare nella rete @chambermentoring (“social commuinity” nata dal progetto e che – in prospettiva - potrebbe garantire la continuità dell’iniziativa sotto il profilo del reclutamento dei partecipanti);
  • Occupare una posizione manageriale (principalmente nelle aree di: vendita e sviluppo attività; acquisti e sviluppo prodotti; ricerca e sviluppo) o una posizione di rilievo nel campo di un istituto di ricerca o di un’università.

Mentees

I “Mentees”, invece, saranno imprenditori o dirigenti di imprese italiane interessati a sviluppare la propria attività nel mercato brasiliano. Tramite questo intervento, tali “mentees” potranno comprendere meglio come approssimarsi a un mercato o settore, al di là dei classici canali di consulenza.

Quali requisiti sono necessari per diventare un mentee:

  • Amministratore responsabile o che eserciti un ruolo importante dentro un’impresa;
  • Fondatore di una start-up innovatrice situata in Italia;
  • Appartanere a una impresa potenzialmente esportatrice (secondo i criteri identificati da UNIONCAMERE).

È preferibile che l’impresa candidata attui in mercati internazionali o abbia un piano di attività di livello internazionale di breve periodo.

Il candidato deve avere un’idea generale ben definita delle tematiche che saranno condivise e discusse con il mentor. Gli obiettivi specifici possono essere definiti all’inizio della collaborazione.

Il candidato deve parlare inglese e/o la lingua del Paese di destinazione. L’impresa deve avere un website o materiale di marketing in lingua italiana.

Reclutamento e selezione

L’azione di reclutamento e di animazione della rete di mentor sarà realizzata dalla ITALCAM, anche in collaborazione con agenti della promozione italiana nel mondo, con l’obiettivo di selezionare i partecipanti più adatti e disponibili per questa funzione tra gli imprenditori/dirigenti presenti nel Paese, escludendo imprese di consulenza e suoi professionisti.

Parallelamente in Italia, dopo un’azione capillare di promozione del progetto, organizzata dalle Camere Italiane collaboratrici, saranno identificate le imprese mentees che formeranno il gruppo che amministrerà il programma di “mentorship”, secondo un adeguamento di domanda/offerta, che si realizzerà partendo dai settori di interesse prioritario (in continuo contatto con ITALCAM).

Sarà data priorità alle imprese innovatrici e a quelle di alto potenziale sotto il profilo della capacità di iniziare un’attività all’estero, ossia, imprese che possono beneficiare più di altre dell’azione di “mentoring”.

Dopo la selezione dei candidati, al momento dell’applicazione del programma di mentoring, il mentees avrà pieno accesso ai profili dei mentors selezionati.

ITALCAM preparerà uma relazione delle sue attività che abbiano sinergie con il progetto, oltre a una descrizione socioeconomica del Brasile, che sarà allegata al profilo del mentor, di modo che nella sua descrizione, l’impresa interessata nel processo di mentoring abbia la possibilità di giudicare tutti i potenziali del progetto e faccia scelta il più coerente possibile con i suoi obiettivi di internazionalizzazione.

La relazione “mentor-mentee”, presente nella banca dati generale creata, sarà elaborata dal Comitato del Progetto (del quale fanno parte Unioncamere e Assocamerestero), tenendo in considerazione le preferenze di entrambi (mentor e mentee).

I candidati selezionati riceveranno il comunicato di approvazione con le condizioni di partecipazione e la data del primo incontro di familiarizazzione per la partecipazione.

Mentorship

Il primo contatto tra mentor e mentee potrà avvenire personalmente o telematicamente (conference call, chiamata via Skype, videoconferenza, social networking, etc.) e/o nell’ambito di missioni economiche-commerciali già previste nel calendario delle attività di ITALCAM.

L’obiettivo della sessione di preparazione è:

  • Presentare il cronogramma e gli obiettivi delle sessioni di mentoring;
  • Presentare la metodologia del progetto;
  • Omogeneizzare le pratiche di mentorship tra i diversi mentors selezionati;
  • Creare una occasione di appartenenza e condivisione generale degli obiettivi.

Ambo le parti non potranno vincolarsi con rapporti contrattuali a titolo oneroso durante i sei mesi del programma, assicurando così l’assenza di conflitto di interessi durante il periodo collaborativo.

Le ore di mentorship per il mentor e mentee sono circa di 30 ore nell’arco di sei mesi, prevedendo chiamate via skype o altri sistemi di video conferenza, e per lo meno un incontro in Italia (frequenza e modalità dei contatti potranno essere concordati tra le parti con il supporto dell’ITALCAM, che potrà, quando sollecitato, facilitarli offrendo la propria sede e i propri strumenti di riunioni virtuali).

Il percorso di mentoring, una volta formato il Comitato del Progetto, sarà presentato in dettaglio e approvato dai suoi membri, specialmente ASSOCAMERESTERO e UNIONCAMERE che potranno aiutare con l’esperienza che possiedono in progetti posteriori.

Projeto realizado com cofinanciamento do Fundo Intercameral de Intervenção da Unioncamere

Realização

Parceiros

Para mais informações

Tel. +55 11 3123 2787

Endereço

Av. São Luiz, nº 50 – 16º andar, Cj. 161 ABC
01046-926, São Paulo