Rai News - 15 giugno 2017

Non più roaming nella Ue: gli italiani useranno di più lo smartphone

Tra la gente in partenza dall'aeroporto di Roma: tutti pronti per il 'roaming like at home' 

E’ finita l’era dei costi extra per usare lo smartphone all’interno dei Paesi europei: non c’è più roaming internazionale in 28 Paesi dell’ Europa. Telefonare, navigare e inviare sms ha lo stesso costo in Italia come in Francia o in Germania. La ‘Shenghen dei telefonini’ è arrivata dopo ben undici anni di progressivi tagli, iniziati nel 2006, ma soltanto nel febbraio scorso Bruxelles ha potuto annunciare l’avvenuto accordo sull’azzeramento, stabilendo la data limite al 15 giugno 2017.

E nel primo giorno di applicazione del regolamento ‘Roaming like at home’, gli italiani in attesa di imbarcarsi all’aeroporto a Roma non erano sorpresi, al contrario, la maggior parte era molto preparata sull’argomento roaming. Secondo stime del portale Facile.it, il risparmio complessivo nel periodo estivo sarà di più di 15 milioni di euro: trascorrere alcuni giorni in un paese europeo, infatti, tra chat, social e telefonate, significava per i cittadini italiani spendere  in media 2,5 euro al giorno solo in roaming internazionale. Poter usare il proprio cellulare in tutta liberà, come facciamo in Italia, probabilmente significherà usarlo di più, affermano molti utenti. L’abolizione dei costi extra per il roaming, un diritto dei cittadini europei, comporta una perdita di introiti per le aziende telefoniche, ma alcuni studi dell’Unione europea sottolineano come la libera circolazione degli smartphone  potrebbe diventare vantaggiosa anche per i gestori, che grazie al maggior volume di traffico dovrebbero veder compensato il mancato costo aggiuntivo. In questa fase di rodaggio comunque il consiglio per i consumatori è quello di tenere d’occhio la spesa telefonica e di fare particolare attenzione al traffico dati, soprattutto per chat, social e video. Ogni gestore infatti può stabilire un tetto massimo di giga (entro i limiti fissati dall’Ue – qui la scheda informativa http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-17-913_it.htm), oltre il quale scattano salatissime tariffe a consumo. Anche offerte speciali e bonus per navigare su internet potrebbero non essere validi all'estero. Infine, vale ricordare che il roaming internazionale resta valido in Albania, Svizzera e San Marino. Il servizio di Celia Guimaraes

Fonte: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Non-piu-roaming-in-Unione-europea-italiani-pronti-a-usare-di-piu-lo-smartphone-aee37071-6f5b-4514-80df-868f5725ba99.html